Abbattitore di fumi: un filtro per la vostra stufa

I fumi sono alcuni degli elementi più fastidiosi che si insinuano all'interno delle nostre stufe, caldaie e su tutti gli apparecchi che sfruttano la combustione per il loro funzionamento. La polvere nera, oltre ad essere fortemente anti estetica, può provocare delle serie alterazioni al nostro impianto e causare problemi notevoli sia per quanto riguarda l'ambiente, che la nostra salute. Questa sostanza potrebbe anche provocare degli incendi all'interno dei nostri apparecchi. Alla luce di tali premesse, la sua rimozione risulta assolutamente necessaria. Un'opzione molto valida per rimuovere questo problema è un classico abbattitore di fumi, che potrebbe aiutarvi a risolvere questo inconveniente. Andiamo a vedere di che cosa si tratta e come costruirne uno in poche mosse.

Abbattitore di fumi: come funziona

Il corpo della struttura è formato principalmente da acciaio, che permette di ottenere un lavaggio della struttura interna del dispositivo e di eliminare la fuliggine. Lo scopo è quello di bagnare e appesantire i micro elementi in carbonio che compongono i fumi.In questo modo, gli risulterà impossibile risalire lungo la canna fumaria per ricadere nel depuratore e successivamente nelle acque di scarico. Una volta posto in essere questo meccanismo, il fumo sarà privo degli agenti inquinanti e potrà così risalire verso l'alto, fuoriuscendo dalla canna fumaria completamente “ripulito”. Si è calcolato che, grazie a questo meccanismo, verranno eliminati circa il 90% degli agenti inquinanti. Una precauzione importante è quella di mantenere una pulizia costante del filtro in questione, andando a cambiare spesso l'acqua di scarico presente e pulendo i filtri in maniera precisa. Le vostre caldaie, grazie ad una struttura di questo tipo, risulteranno più funzionanti e avranno una vita sicuramente più lunga, proprio grazie alla pulizia ottenuta mediante questo filtro. Il costo di un filtro di questo tipo potrebbe variare dai 1,000 ai 3,000 euro, ma per ovviare questa ingente spesa, vi daremo delle dritte sulla costruzione di un filtro dai da te.

Come costruire un abbattitore fai da te

Ecco delle semplici linee guida per creare un abbattitore di fumi fai da te.Realizzate il corpo del meccanismo in acciaio inox (preferibilmente rettangolare) e al suo interno installate una torre di lavaggio con degli spruzzatori d'acqua che vadano ad eliminare le particelle nocive. Una volta realizzata la struttura, dovete dotarla di un motore che regga il meccanismo (per questo vi consigliamo quello trifase). Il dispositivo va raccordato con due secchi: uno per il riciclo dell'acqua pulita e l'altro per l'eliminazione dell'acqua di scarico. Il filtro dovrà essere installato su una struttura piano e sicura. Una volta realizzato il filtro, questo dovrà essere connesso con la struttura da ripulire. Per realizzare l'effettivo collegamento è consigliato installare dei tubi in acciaio. A questo punto è necessario che l'impianto elettrico a cui viene collegato sia dotato di sistema di messa a terra con un sistema salvavita. Una delle raccomandazioni che vi diamo è quella di eseguire una cura particolare della pulizia del filtro, senza la quale l'intero meccanismo verrebbe compromesso. Grazie a questo meccanismo così funzionale, potrete garantire alle vostre strutture a combustione una maggiore funzionalità e resistenza.Fixool, tutto quello che dovete sapere per rendere la vostra casa più sicura.

Abbattitore di fumi: un filtro per la vostra stufa
I fumi sono alcuni degli elementi più fastidiosi che si insinuano all'interno delle nostre stufe, caldaie e su tutti gli apparecchi che sfruttano la combustione per il loro funzionamento. La polvere nera, oltre ad essere fortemente anti estetica, può provocare delle serie alterazioni al nostro impianto e causare problemi notevoli sia per quanto riguarda l'ambiente, che la nostra salute. Questa sostanza potrebbe anche provocare degli incendi all'interno dei nostri apparecchi. Alla luce di tali premesse, la sua rimozione risulta assolutamente necessaria. Un'opzione molto valida per rimuovere questo problema è un classico abbattitore di fumi, che potrebbe aiutarvi a risolvere questo inconveniente. Andiamo a vedere di che cosa si tratta e come costruirne uno in poche mosse.

Abbattitore di fumi: come funziona

Il corpo della struttura è formato principalmente da acciaio, che permette di ottenere un lavaggio della struttura interna del dispositivo e di eliminare la fuliggine. Lo scopo è quello di bagnare e appesantire i micro elementi in carbonio che compongono i fumi.In questo modo, gli risulterà impossibile risalire lungo la canna fumaria per ricadere nel depuratore e successivamente nelle acque di scarico. Una volta posto in essere questo meccanismo, il fumo sarà privo degli agenti inquinanti e potrà così risalire verso l'alto, fuoriuscendo dalla canna fumaria completamente “ripulito”. Si è calcolato che, grazie a questo meccanismo, verranno eliminati circa il 90% degli agenti inquinanti. Una precauzione importante è quella di mantenere una pulizia costante del filtro in questione, andando a cambiare spesso l'acqua di scarico presente e pulendo i filtri in maniera precisa. Le vostre caldaie, grazie ad una struttura di questo tipo, risulteranno più funzionanti e avranno una vita sicuramente più lunga, proprio grazie alla pulizia ottenuta mediante questo filtro. Il costo di un filtro di questo tipo potrebbe variare dai 1,000 ai 3,000 euro, ma per ovviare questa ingente spesa, vi daremo delle dritte sulla costruzione di un filtro dai da te.

Come costruire un abbattitore fai da te

Ecco delle semplici linee guida per creare un abbattitore di fumi fai da te.Realizzate il corpo del meccanismo in acciaio inox (preferibilmente rettangolare) e al suo interno installate una torre di lavaggio con degli spruzzatori d'acqua che vadano ad eliminare le particelle nocive. Una volta realizzata la struttura, dovete dotarla di un motore che regga il meccanismo (per questo vi consigliamo quello trifase). Il dispositivo va raccordato con due secchi: uno per il riciclo dell'acqua pulita e l'altro per l'eliminazione dell'acqua di scarico. Il filtro dovrà essere installato su una struttura piano e sicura. Una volta realizzato il filtro, questo dovrà essere connesso con la struttura da ripulire. Per realizzare l'effettivo collegamento è consigliato installare dei tubi in acciaio. A questo punto è necessario che l'impianto elettrico a cui viene collegato sia dotato di sistema di messa a terra con un sistema salvavita. Una delle raccomandazioni che vi diamo è quella di eseguire una cura particolare della pulizia del filtro, senza la quale l'intero meccanismo verrebbe compromesso. Grazie a questo meccanismo così funzionale, potrete garantire alle vostre strutture a combustione una maggiore funzionalità e resistenza.Fixool, tutto quello che dovete sapere per rendere la vostra casa più sicura.
FiltriAgevolazioniQuanto costa