Bioedilizia: linee guida per un'edilizia ecologica

Che cos'è la bioedilizia e quali sono i principi sui quali si basa questa nuova concezione di progettazione e costruzione degli immobili?La bioedilizia è un innovativo approccio di progettazione e costruzione degli stabili. Si tratta di una disciplina che nasce con lo scopo di dare delle risposte concrete alle esigenze di salubrità degli inquilini e per risolvere dei problemi di salute spesso causati da sostanze chimiche presenti in materiali diversi.Per dare delle soluzioni concrete a questi problemi è nata così la bioedilizia; quest'ultima si è sviluppata negli ultimi anni attraverso la ricerca di materiali e tecniche di progettazione e costruzione, in grado di conferire maggior comfort abitativo. Uno degli obiettivi della bioedilizia è, inoltre, quello di ottimizzare e abbattere sensibilmente i costi energetici degli immobili.

Bioedilizia: i principi su cui si basa

La linea e il principi cardine dello sviluppo sostenibile alla base della bioedilizia sono le costruzioni di unità immobiliari in grado di rispondere in modo adeguato alle nuove esigenze; ciò dovrà tuttavia essere realizzato con un'etica che prevede il rispetto dell'ambiente e della sostenibilità, per garantire alle generazioni future il completo soddisfacimento dei loro bisogni.Alla base delle bioedilizia vi è, dunque, un forte impegno etico e culturale. A dispetto di quello che si potrebbe pensare, la scelta di questo tipo di edilizia sostenibile non comporta necessariamente costi più elevati rispetto all'edilizia tradizionale.È anche importante sottolineare che non esiste un modello universale di bioedilizia, in quanto questa disciplina si differenzia a seconda delle diverse esigenze personali, seguendo sempre con scrupolo i propri principi etici di riferimento.L'edilizia e l'industria edile sono probabilmente le applicazioni caratterizzate dal più alto tasso di impatto ambientale. Per questa ragione è nata la bioedilizia, con lo scopo di trasformare l'industria edile in sostenibile. Questa disciplina viene oggi applicata sia alle nuove costruzioni immobiliari, che ai progetti di ristrutturazione e riqualificazione degli stabili.Recentemente, nelle grandi città europee sono stati realizzati progetti sia di costruzione che di riqualificazione molto importanti. I risultati mettono ben in evidenza quanto sia necessario, oggi più che mai, vivere in ambienti funzionali e salubri nei quali ambiente, struttura e inquilini si fondino alla perfezione, creando benessere ed armonia.

I materiali alternativi da usare

L'uso dei materiali rappresenta certamente un aspetto importante nell'applicazione della bioedilizia. Come già affermato, questa disciplina nasce innanzitutto per contrastare alcuni problemi di salute originati proprio da alcune sostanze chimiche presenti nei materiali impiegati nell'edilizia convenzionale.Tra i materiali più utilizzati in bioedilizia rientrano:
  • Legno biocompatibile:questo materiale è estremamente salutare e non disperde nell'ambiente residui nocivi per la salute;
  • Bambù: quest'ultimo viene da secoli impiegato nelle opere di architettura orientale, in alternativa al legno. E' un materiale assolutamente di pregio e caratterizzato da un ciclo vitale estremamente prolungato.
Scoprite con Fixool la nuova frontiera della bioedilizia in tutte le sue espressioni ed applicazioni.

Bioedilizia: linee guida per un'edilizia ecologica
Che cos'è la bioedilizia e quali sono i principi sui quali si basa questa nuova concezione di progettazione e costruzione degli immobili?La bioedilizia è un innovativo approccio di progettazione e costruzione degli stabili. Si tratta di una disciplina che nasce con lo scopo di dare delle risposte concrete alle esigenze di salubrità degli inquilini e per risolvere dei problemi di salute spesso causati da sostanze chimiche presenti in materiali diversi.Per dare delle soluzioni concrete a questi problemi è nata così la bioedilizia; quest'ultima si è sviluppata negli ultimi anni attraverso la ricerca di materiali e tecniche di progettazione e costruzione, in grado di conferire maggior comfort abitativo. Uno degli obiettivi della bioedilizia è, inoltre, quello di ottimizzare e abbattere sensibilmente i costi energetici degli immobili.

Bioedilizia: i principi su cui si basa

La linea e il principi cardine dello sviluppo sostenibile alla base della bioedilizia sono le costruzioni di unità immobiliari in grado di rispondere in modo adeguato alle nuove esigenze; ciò dovrà tuttavia essere realizzato con un'etica che prevede il rispetto dell'ambiente e della sostenibilità, per garantire alle generazioni future il completo soddisfacimento dei loro bisogni.Alla base delle bioedilizia vi è, dunque, un forte impegno etico e culturale. A dispetto di quello che si potrebbe pensare, la scelta di questo tipo di edilizia sostenibile non comporta necessariamente costi più elevati rispetto all'edilizia tradizionale.È anche importante sottolineare che non esiste un modello universale di bioedilizia, in quanto questa disciplina si differenzia a seconda delle diverse esigenze personali, seguendo sempre con scrupolo i propri principi etici di riferimento.L'edilizia e l'industria edile sono probabilmente le applicazioni caratterizzate dal più alto tasso di impatto ambientale. Per questa ragione è nata la bioedilizia, con lo scopo di trasformare l'industria edile in sostenibile. Questa disciplina viene oggi applicata sia alle nuove costruzioni immobiliari, che ai progetti di ristrutturazione e riqualificazione degli stabili.Recentemente, nelle grandi città europee sono stati realizzati progetti sia di costruzione che di riqualificazione molto importanti. I risultati mettono ben in evidenza quanto sia necessario, oggi più che mai, vivere in ambienti funzionali e salubri nei quali ambiente, struttura e inquilini si fondino alla perfezione, creando benessere ed armonia.

I materiali alternativi da usare

L'uso dei materiali rappresenta certamente un aspetto importante nell'applicazione della bioedilizia. Come già affermato, questa disciplina nasce innanzitutto per contrastare alcuni problemi di salute originati proprio da alcune sostanze chimiche presenti nei materiali impiegati nell'edilizia convenzionale.Tra i materiali più utilizzati in bioedilizia rientrano:
  • Legno biocompatibile:questo materiale è estremamente salutare e non disperde nell'ambiente residui nocivi per la salute;
  • Bambù: quest'ultimo viene da secoli impiegato nelle opere di architettura orientale, in alternativa al legno. E' un materiale assolutamente di pregio e caratterizzato da un ciclo vitale estremamente prolungato.
Scoprite con Fixool la nuova frontiera della bioedilizia in tutte le sue espressioni ed applicazioni.
MuraturaAgevolazioniQuanto costa