Che cosa è la termocoppia e a cosa serve

9 luglio 2018 Termoidraulico
Che cos'è la termocoppia? Quando è necessario sostituirla e quanto costa? Come fare manutenzione? Ecco tutte le risposte a queste domande.La termocoppia è un particolare strumento che ha la funzione di traduttore di temperatura; lo strumento opera ed è basato sull'effetto termoelettrico. Oggi questi strumenti vengono ampiamente utilizzati perché il costo che li caratterizza è decisamente limitato; inoltre, in caso di guasto, è possibile sostituire una termocoppia con estrema facilità e questi strumenti sono reperibili sul mercato in qualità standard.Una termocoppia è in grado di effettuare la misurazione di un discreto intervallo di temperature; uno dei contro principali di questi strumenti (motivo per il quale sono criticati) è la loro imprecisione nelle operazioni di misurazione. Si tratta infatti di strumenti assolutamente non lineari, dal momento che molto spesso commettono errori (seppur limitati) nella rilevazione delle misurazioni.Se vengono utilizzate più termocoppie in serie, possiamo definire questa installazione termopila. Da un punto di vista meramente tecnico, una termocoppia è principalmente composta da due conduttori di un materiale noto; detti conduttori andranno ad unirsi in un punto che viene definito di giunzione calda. In questo punto in particolare, verrà effettuata la misurazione della temperatura da parte dello strumento. In una termocoppia, gli altri due estremi vengono poi collegati ad un speciale morsettiera; ad essa viene collegato e connesso lo strumento deputato ad effettuare la misurazione.La morsettiera della termocoppia rappresenta quella che viene definita giunzione fredda. In riferimento alla gunzione fredda, sarà particolarmente importante conoscere la temperatura della stessa, in modo da poter effettuare un sorta di compensazione in riferimento a quella del punto relativo al giunto caldo.

Termocoppia piano cottura

La termocoppia è uno strumento che per via della sua semplicità ed economicità, viene utilizzato in varie applicazione. In particolare la termocoppia viene utilizzata nel piano cottura della cucina di casa. Si tratta sostanzialmente di una coppia di conduttori elettrici, che grazie al principio termoelettrico, operano la misurazione di una temperatura. Qualora sussista una differenza di temperatura tra il giunto caldo e il giunto freddo, in prossimità proprio del giunto freddo sarà possibile rilevare una notevole differenza di potenziale elettrico; quest'ultimo sarà dunque maggiore, più alta sarà la temperatura.La termocoppia viene inserita all'interno di un'apposita guaina di protezione. Bisogna tuttavia precisare che questa guaina andrà a creare una sorta di ritardo nella misurazione, per via delle rapide variazioni della temperatura. Questo aspetto in particolare, dovrà essere considerato con molta attenzione, durante la fase di progettazione della termocoppia.La termocoppia utilizzata per il piano cottura della cucina, è oggi uno strumento obbligatorio ed installato su tutte le tipologie di piano cottura disponibili in commercio. La funzione della termocoppia è di bloccare l'eventuale fuoriuscita di gas in caso di spegnimento accidentale del fornello. Si tratta di un dispositivo di sicurezza molto importante; la termocoppia è oggi una dotazione di sicurezza molto apprezzata dagli utenti, in grado certamente di tranquillizzare notevolmente il consumatore, nell'utilizzo del piano cottura della propria cucina.

Manutenzione

La parte che sarà visibile all'utente del dispositivo della termocopia, è una piccola asticella che spunta proprio sul piano cottura della cucina, vicino al fornello. Quello che in particolare si nota a vista, è solamente la parte finale della termocoppia, ovvero il collegamento del piccolo filo di rame. Per quanto riguarda le operazioni di manutenzione della termocoppia, prima di tutto sarà importante comprendere il suo funzionamento. Il piccolo filo di rame visibile in prossimità del fornello, potrà essere caratterizzato da una lunghezza variabile; in particolare la sua lunghezza varierà a seconda del tipo di bruciatore esso dovrà raggiungere sul piano cottura della cucina. Il filo di rame terminerà con il tipico innesto di tipo faston; esistono tuttavia altri tipi di innesti predisposti.Al di sotto dell'innesto vi è un magnete, che ha la funzione di operare la chiusura del rubinetto e del relativo passaggio di gas. Praticamente quando la fiamma del fornello verrà accesa, essa riscalderà la termocoppia, che andrà di fatto a restituire calore al magnete, in modo da consentire il passaggio del gas.Prima di effettuare la sostituzione o del magnete, o della termocoppia, a seconda di quale sia il responsabile della mancata tenuta della fiamma del fornello, sarà opportuno eseguire un test dei valori. Per eseguire il test dovrete provvedere a smontare la termocoppia, estraendo i pomelli e rimuovendo tutte le viti. Successivamente dovrete allentare il bullone che fissa la termocoppia al fornello, sganciando poi il collegamento faston. A questo punto, con l'ausilio di un tester, dovrete fare contatto con una punta all'interno del faston e contemporaneamente riscaldare con un accendino la punta della termocoppia.

Cause guasti termocoppia

Esaminando il funzionamento tecnico della termocoppia, si evince incontrovertibilmente che in caso di guasto del piano cottura e di mancata tenuta della fiamma del fornello, la causa sarà da ricercarsi in un problema al magnete o alla termocoppia stessa. Sia magnete che termocoppia potrebbero guastarsi dopo un prolungato utilizzo, per via dell'usura. In tal caso, dovrete eseguire il suddetto test dei valori, e in caso di guasto accertato, dovrete provvedere alla sostituzione della termocoppia.Per la sostituzione della termocoppia è bene sapere che tendenzialmente i fornelli con fuoco piccolo, rapido e semirapido, predispongono una misura specifica; i fornelli a doppia e tripla corona, monteranno ovviamente una misura più elevata.

Quanto costa sostituire la termocoppia

Per quanto riguarda i costi di sostituzione della termocoppia, è molto importante fare attenzione al vostro modello di fornello (fuoco piccolo rapido o semirapido, doppia o tripla corona) per identificare il modello compatibile (misura) di termocoppia da sostituire. I costi di sostituzione dello strumento, variano all'incirca dai 30 ai 60 euro, a seconda del tipo di modello e di misura. Come detto precedentemente, la termocoppia è uno strumento economico; per questo sarà molto difficile che il costo dello strumenti superi i 60 euro.Tuttavia, per i costi di sostituzione, se non avremo competenze elettriche, dovremo far sostituire la termocoppia del nostro fornello da un tecnico specializzato; in tal caso dovremo ovviamente sostenere i costi della chiamata e relativi alla manodopera specializzata.Fixool, tutto quello che c'è da sapere sull'installazione e la manutenzione della cucina di casa.

Che cosa è la termocoppia e a cosa serve
Che cos'è la termocoppia? Quando è necessario sostituirla e quanto costa? Come fare manutenzione? Ecco tutte le risposte a queste domande.La termocoppia è un particolare strumento che ha la funzione di traduttore di temperatura; lo strumento opera ed è basato sull'effetto termoelettrico. Oggi questi strumenti vengono ampiamente utilizzati perché il costo che li caratterizza è decisamente limitato; inoltre, in caso di guasto, è possibile sostituire una termocoppia con estrema facilità e questi strumenti sono reperibili sul mercato in qualità standard.Una termocoppia è in grado di effettuare la misurazione di un discreto intervallo di temperature; uno dei contro principali di questi strumenti (motivo per il quale sono criticati) è la loro imprecisione nelle operazioni di misurazione. Si tratta infatti di strumenti assolutamente non lineari, dal momento che molto spesso commettono errori (seppur limitati) nella rilevazione delle misurazioni.Se vengono utilizzate più termocoppie in serie, possiamo definire questa installazione termopila. Da un punto di vista meramente tecnico, una termocoppia è principalmente composta da due conduttori di un materiale noto; detti conduttori andranno ad unirsi in un punto che viene definito di giunzione calda. In questo punto in particolare, verrà effettuata la misurazione della temperatura da parte dello strumento. In una termocoppia, gli altri due estremi vengono poi collegati ad un speciale morsettiera; ad essa viene collegato e connesso lo strumento deputato ad effettuare la misurazione.La morsettiera della termocoppia rappresenta quella che viene definita giunzione fredda. In riferimento alla gunzione fredda, sarà particolarmente importante conoscere la temperatura della stessa, in modo da poter effettuare un sorta di compensazione in riferimento a quella del punto relativo al giunto caldo.

Termocoppia piano cottura

La termocoppia è uno strumento che per via della sua semplicità ed economicità, viene utilizzato in varie applicazione. In particolare la termocoppia viene utilizzata nel piano cottura della cucina di casa. Si tratta sostanzialmente di una coppia di conduttori elettrici, che grazie al principio termoelettrico, operano la misurazione di una temperatura. Qualora sussista una differenza di temperatura tra il giunto caldo e il giunto freddo, in prossimità proprio del giunto freddo sarà possibile rilevare una notevole differenza di potenziale elettrico; quest'ultimo sarà dunque maggiore, più alta sarà la temperatura.La termocoppia viene inserita all'interno di un'apposita guaina di protezione. Bisogna tuttavia precisare che questa guaina andrà a creare una sorta di ritardo nella misurazione, per via delle rapide variazioni della temperatura. Questo aspetto in particolare, dovrà essere considerato con molta attenzione, durante la fase di progettazione della termocoppia.La termocoppia utilizzata per il piano cottura della cucina, è oggi uno strumento obbligatorio ed installato su tutte le tipologie di piano cottura disponibili in commercio. La funzione della termocoppia è di bloccare l'eventuale fuoriuscita di gas in caso di spegnimento accidentale del fornello. Si tratta di un dispositivo di sicurezza molto importante; la termocoppia è oggi una dotazione di sicurezza molto apprezzata dagli utenti, in grado certamente di tranquillizzare notevolmente il consumatore, nell'utilizzo del piano cottura della propria cucina.

Manutenzione

La parte che sarà visibile all'utente del dispositivo della termocopia, è una piccola asticella che spunta proprio sul piano cottura della cucina, vicino al fornello. Quello che in particolare si nota a vista, è solamente la parte finale della termocoppia, ovvero il collegamento del piccolo filo di rame. Per quanto riguarda le operazioni di manutenzione della termocoppia, prima di tutto sarà importante comprendere il suo funzionamento. Il piccolo filo di rame visibile in prossimità del fornello, potrà essere caratterizzato da una lunghezza variabile; in particolare la sua lunghezza varierà a seconda del tipo di bruciatore esso dovrà raggiungere sul piano cottura della cucina. Il filo di rame terminerà con il tipico innesto di tipo faston; esistono tuttavia altri tipi di innesti predisposti.Al di sotto dell'innesto vi è un magnete, che ha la funzione di operare la chiusura del rubinetto e del relativo passaggio di gas. Praticamente quando la fiamma del fornello verrà accesa, essa riscalderà la termocoppia, che andrà di fatto a restituire calore al magnete, in modo da consentire il passaggio del gas.Prima di effettuare la sostituzione o del magnete, o della termocoppia, a seconda di quale sia il responsabile della mancata tenuta della fiamma del fornello, sarà opportuno eseguire un test dei valori. Per eseguire il test dovrete provvedere a smontare la termocoppia, estraendo i pomelli e rimuovendo tutte le viti. Successivamente dovrete allentare il bullone che fissa la termocoppia al fornello, sganciando poi il collegamento faston. A questo punto, con l'ausilio di un tester, dovrete fare contatto con una punta all'interno del faston e contemporaneamente riscaldare con un accendino la punta della termocoppia.

Cause guasti termocoppia

Esaminando il funzionamento tecnico della termocoppia, si evince incontrovertibilmente che in caso di guasto del piano cottura e di mancata tenuta della fiamma del fornello, la causa sarà da ricercarsi in un problema al magnete o alla termocoppia stessa. Sia magnete che termocoppia potrebbero guastarsi dopo un prolungato utilizzo, per via dell'usura. In tal caso, dovrete eseguire il suddetto test dei valori, e in caso di guasto accertato, dovrete provvedere alla sostituzione della termocoppia.Per la sostituzione della termocoppia è bene sapere che tendenzialmente i fornelli con fuoco piccolo, rapido e semirapido, predispongono una misura specifica; i fornelli a doppia e tripla corona, monteranno ovviamente una misura più elevata.

Quanto costa sostituire la termocoppia

Per quanto riguarda i costi di sostituzione della termocoppia, è molto importante fare attenzione al vostro modello di fornello (fuoco piccolo rapido o semirapido, doppia o tripla corona) per identificare il modello compatibile (misura) di termocoppia da sostituire. I costi di sostituzione dello strumento, variano all'incirca dai 30 ai 60 euro, a seconda del tipo di modello e di misura. Come detto precedentemente, la termocoppia è uno strumento economico; per questo sarà molto difficile che il costo dello strumenti superi i 60 euro.Tuttavia, per i costi di sostituzione, se non avremo competenze elettriche, dovremo far sostituire la termocoppia del nostro fornello da un tecnico specializzato; in tal caso dovremo ovviamente sostenere i costi della chiamata e relativi alla manodopera specializzata.Fixool, tutto quello che c'è da sapere sull'installazione e la manutenzione della cucina di casa.
Tecnico

Non perderti le nostre
ultime novità