Confronto tra piano cottura elettrico e a induzione

18 settembre 2018
Come determinare qual è il piano cottura perfetto per la propria cucina? Esaminiamo i principali pro e contro di due tipologie in particolare: elettrico e a induzione.

Piano cottura elettrico

I piani cottura elettrici disponibili in commercio sono principalmente di due generi.
  • Piani cottura elettrici radianti: funzionano grazie all'azione di riscaldamento fornito da resistenza elettrica.
  • Piani cottura elettrici alogeni: la loro azione è completamente basata sull'ausilio di luci alogene ad infrarossi.
Entrambi i modelli sono dotati di un rivestimento in vetro ceramica, un materiale caratterizzato da ottime proprietà: è, infatti, infrangibile e incorruttibile e capace di resistere a temperature elevate.I principali vantaggi che accomunano i due piani cottura sono praticità e sicurezza. Si tratta, appunto, di strumenti facili da pulire e dotati di una struttura completamente piatta, che la rende, di conseguenza, libera da qualsiasi tipo di ostruzione.Lo svantaggio principale di questi strumenti consiste nell'impossibilità di utilizzo in caso di mancanza di corrente, che potrebbe essere causata, ad esempio, da un black out elettrico.

Piano cottura a induzione

Anche i piani cottura ad induzione vengono alimentati dalla corrente elettrica e sono rivestiti di vetroceramica. La differenza principale tra questo modello e quello appena descritta consiste nel fatto che nel piano a induzione è presente una particolare bobina, in grado di generare un campo magnetico che, successivamente, si converte in calore.Per via di questa caratteristica tecnica, sui piani cottura ad induzione, potranno essere utilizzate solo alcune tipologie di pentole.I pregi di queste installazioni sono moltissimi: ad esempio, dal momento che il calore generato viene quasi totalmente accumulato sul fondo della pentola senza disperdersi nell'ambiente, si potrà notare un risparmio energetico rilevante. In questo modo, per via dell'altissima resa, sarà possibile limitare al minimo gli sprechi energetici.Un altro punto a favore molto importante è rappresentato dal fattore sicurezza: utilizzando questi piani cottura sarà infatti difficile scottarsi, poiché la superficie adiacente alla zona di appoggio della pentola rimarrà fredda. Infine, i piani cottura a induzione sono strumenti estremamente facili da pulire.Il principale difetto di queste installazioni, invece, è certamente rappresentato dai costi: il prezzo di un piano cottura ad induzione è, infatti, piuttosto elevato.

Quale piano cottura scegliere

Per la scelta del piano cottura più adatto alla vostra cucina, è fondamentale dare la priorità alle vostre esigenze personali. A tal proposito, può rivelarsi utile esaminare attentamente le caratteristiche tecniche di ogni prodotto.Il fattore sicurezza è sempre molto importante. Se in famiglia, ad esempio, ci sono bambini piccoli, un piano cottura ad induzione potrebbe rappresentare la scelta migliore.Anche da un punto di vista di ottimizzazione dei costi energetici e delle prestazioni, un piano cottura ad induzione potrebbe rappresentare la scelta giusta. Dovrete, tuttavia, considerare il budget a vostra disposizione, dal momento che i piani cottura ad induzione non sono certamente prodotti economici.Fixool, tutte le informazione per scegliere al meglio gli elettrodomestici della cucina.

Confronto tra piano cottura elettrico e a induzione
Come determinare qual è il piano cottura perfetto per la propria cucina? Esaminiamo i principali pro e contro di due tipologie in particolare: elettrico e a induzione.

Piano cottura elettrico

I piani cottura elettrici disponibili in commercio sono principalmente di due generi.
  • Piani cottura elettrici radianti: funzionano grazie all'azione di riscaldamento fornito da resistenza elettrica.
  • Piani cottura elettrici alogeni: la loro azione è completamente basata sull'ausilio di luci alogene ad infrarossi.
Entrambi i modelli sono dotati di un rivestimento in vetro ceramica, un materiale caratterizzato da ottime proprietà: è, infatti, infrangibile e incorruttibile e capace di resistere a temperature elevate.I principali vantaggi che accomunano i due piani cottura sono praticità e sicurezza. Si tratta, appunto, di strumenti facili da pulire e dotati di una struttura completamente piatta, che la rende, di conseguenza, libera da qualsiasi tipo di ostruzione.Lo svantaggio principale di questi strumenti consiste nell'impossibilità di utilizzo in caso di mancanza di corrente, che potrebbe essere causata, ad esempio, da un black out elettrico.

Piano cottura a induzione

Anche i piani cottura ad induzione vengono alimentati dalla corrente elettrica e sono rivestiti di vetroceramica. La differenza principale tra questo modello e quello appena descritta consiste nel fatto che nel piano a induzione è presente una particolare bobina, in grado di generare un campo magnetico che, successivamente, si converte in calore.Per via di questa caratteristica tecnica, sui piani cottura ad induzione, potranno essere utilizzate solo alcune tipologie di pentole.I pregi di queste installazioni sono moltissimi: ad esempio, dal momento che il calore generato viene quasi totalmente accumulato sul fondo della pentola senza disperdersi nell'ambiente, si potrà notare un risparmio energetico rilevante. In questo modo, per via dell'altissima resa, sarà possibile limitare al minimo gli sprechi energetici.Un altro punto a favore molto importante è rappresentato dal fattore sicurezza: utilizzando questi piani cottura sarà infatti difficile scottarsi, poiché la superficie adiacente alla zona di appoggio della pentola rimarrà fredda. Infine, i piani cottura a induzione sono strumenti estremamente facili da pulire.Il principale difetto di queste installazioni, invece, è certamente rappresentato dai costi: il prezzo di un piano cottura ad induzione è, infatti, piuttosto elevato.

Quale piano cottura scegliere

Per la scelta del piano cottura più adatto alla vostra cucina, è fondamentale dare la priorità alle vostre esigenze personali. A tal proposito, può rivelarsi utile esaminare attentamente le caratteristiche tecniche di ogni prodotto.Il fattore sicurezza è sempre molto importante. Se in famiglia, ad esempio, ci sono bambini piccoli, un piano cottura ad induzione potrebbe rappresentare la scelta migliore.Anche da un punto di vista di ottimizzazione dei costi energetici e delle prestazioni, un piano cottura ad induzione potrebbe rappresentare la scelta giusta. Dovrete, tuttavia, considerare il budget a vostra disposizione, dal momento che i piani cottura ad induzione non sono certamente prodotti economici.Fixool, tutte le informazione per scegliere al meglio gli elettrodomestici della cucina.
ArredamentoElettricitàQuanto costa