Coronavirus: come sanificare le superfici

Sanificazione e prevenzione sono le parole chiave del momento, parole alle quali non possiamo rinunciare in periodo Coronavirus. Le superfici richiedono un’attenzione particolare, poiché virus e batteri vi si annidano e di conseguenza circolano nell’ambiente a nostra insaputa. Come sanificare le superfici? Conoscerne le modalità è importante ed è bene affidarsi all’intervento di esperti.

Coronavirus: come sanificare le superfici

Cosa è la sanificazione?

Gli elementi caratterizzanti di un’accurata pulizia e disinfezione sono i sistemi di prevenzione delle infezioni, durante il Covid-19 però, è necessario attuare anche il procedimento completo di sanificazione delle superfici.

Sanificare un ambiente, rappresenta una procedura molto più profonda rispetto alle normali pulizie quotidiane e alla disinfezione. La sanificazione mira ad eliminare qualunque genere di batterio ed agente patogeno, i quali non possono essere rimossi in altro modo. Per svolgere al meglio tale pratica ci si avvale di prodotti chimici detergenti, con l’obiettivo di riportare la carica microbica e virale entro degli standard igienici ottimali. I locali accuratamente sanificati, sono luoghi in cui avvengono in ordine: la pulizia, la disinfezione e successivamente la sanificazione, grazie ad essi sarà possibile ristabilire il microclima adeguato.

In seguito all’emergenza Coronavirus, per incentivare le attività di sanificazione degli ambienti di lavoro da parte delle aziende, il Governo ha emesso il Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020. Attualmente è previsto un “Credito d' imposta per le spese di sanificazione degli ambienti di lavoro”, la norma è contenuta nell'art. 64 del Decreto e riguarda i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione.

Procedura di sanificazione

Per svolgere una buona sanificazione, occorre seguire accuratamente alcuni passaggi che assicureranno la riuscita dell’azione sanificante e garantirà la tutela delle persone.

Le fasi che costituiscono la pratica della sanificazione sono le seguenti:

  • Assicurare un buon ricambio dell’aria in tutti gli ambienti, aprendo le finestre.
  • Igienizzare le superfici che si sporcano facilmente con secrezioni respiratorie o altri fluidi, come ad esempio toilette e lavandini, sfruttando una soluzione disinfettante di ipoclorito di sodio contenente lo 0,1% di cloro attivo.
  • Risciacquare con acqua pulita dopo 10 minuti di contatto con il cloro.
  • Nel caso in cui l’uso dell’ipoclorito di sodio non fosse adatto, è consentito utilizzare alcol etilicoal 70% V/V.
  • Usare solo materiali di pulizia monouso.
  • Disinfettare adeguatamente gli attrezzi per la pulizia con una soluzione di ipoclorito di sodio allo0,5% di cloro attivo.
  • Per superfici quali moquette e tappeti, rimuovere la contaminazione visibile, pulire condetergenti e disinfettanti appropriati.

La sanificazione delle superfici, si basa principalmente sul rilascio dei prodotti chimici sopra descritti, al fine di ridurre ed eliminare la presenza di agenti patogeni come batteri, spore funghi e virus, eventualmente presenti sulle superfici.

Fixool viene in tuo soccorso

La sanificazione delle superfici è un'attività che richiede le dovute precauzioni e il giusto metodo di azione. Fixool, interviene offrendo professionalità ed esperienza ai suoi clienti, garantendo ottimi risultati. Lo staff è composto solo da operatori qualificati, i quali assicurano un lavoro efficiente ed efficace, utilizzando l’adeguata strumentazione e i prodotti opportuni.

Fixool è facile da contattare poiché, presso la sua piattaforma online, mette a disposizione una consulenza immediata e un metodo di pagamento tracciabile e sicuro. Inoltre, è presente una sezione “recensione”, ove è consentito sia inserire la descrizione della propria esperienza con Fixool, sia consultare le recensioni altrui. Non esitare a contattare l’impresa, Fixool viene in tuo soccorso!

Come fareQuanto costa

Non perderti le nostre
ultime novità