Gruppo refrigerante: come funziona quello del frigorifero

Il frigorifero è un'invenzione tra le più rivoluzionarie. Grazie alla costante temperatura fresca - emessa dal gruppo refrigerante - permette di mantenere integri alimenti che in caso contrario andrebbero a male. Per fare ciò il frigorifero è composto da un gruppo refrigerante. Vediamo di cosa stiamo parlando.

Cos'è il gruppo refrigerante

Il gruppo refrigerante si occupa di raffreddare un fluido, acqua o aria, con l'evaporazione di un altro fluido, il refrigerante. Affinché ciò sia possibile entrano in gioco tanti componenti:
  • Evaporatore – è collegato alla serpentina posta dietro il frigorifero e permette di portare il refrigerante (detto anche freon) ad evaporare, passando quindi da liquido a gas ed entrando in contatto con l'aria (o acqua) che si raffredda. Questo passaggio di evaporazione avviene a temperature e pressioni sempre costante, a meno che ci sia qualche perdita.
  • Compressore – ha il compito di far circolare il freon lungo la serpentina, quindi di aspirarlo dall'evaporatore in stato gassoso e comprimerlo con l'aumento della pressione per dirigerlo verso il condensatore.
  • Organo di laminazione – è una componente che permette di trasformare il freon da liquido a gassoso. Tramite una restrizione, il liquido aumenterà senza alcuno sforzo la sua velocità e diminuirà la sua pressione e quindi diminuirà pure la sua temperatura. A questo punto il liquido sarà pronto per evaporare nuovamente, quindi farà in modo che l'intero ciclo torni regolare. Nel momento in cui tornerà ad essere gas, quest'ultimo prenderà il calore necessario a questo mutamento producendo l'effetto frigorifero richiesto.

A cosa serve

Il compito essenziale del gruppo refrigerante è garantire la temperatura del frigorifero costante e ai gradi necessari. Più calore ci sarà nell'ambiente in cui è posizionato, più lavoro dovrà svolgere il compressore. Di conseguenza l'energia elettrica impiegata per raggiungere tal fine sarà maggiore.Come si diceva sopra, l'invenzione di un tale meccanismo ha permesso un'evoluzione significativa per la società. Inoltre i progressi permettono continue modifiche in tutti i campi e non meno in questo, facendo si che le prestazione siano inversamente proporzionali al consumo. In parole povere, meno consumi di Kw e più qualità del prodotto. È questo quello che porta a continue proposte a livello commerciale. Il discorso di classi energetiche è molto sentito in questo campo. Un modello a classe A++ ( tripla classe A) sarà sicuramente molto più richiesto di un altro con classe inferiore, anche solo classe A. Questo perché è un tipo di elettrodomestico costantemente accesso, giorno e notte, per cui quello che sembra niente a fine anno nel bilancio familiare fa parecchio.

Quanto costa sostituirlo

Per quanto riguarda la sostituzione e riparazione del dispositivo, si suggerisce l'intervento di esperti nel settore.Prima del ritiro del pezzo i tecnici comunicano al cliente la spesa massima che potrà richiedere l'operazione. La consegna di solito avviene entro i 30 giorni. Bisogna inoltre considerare il cosiddetto costo di chiamata che è pari a 45 euro compreso di iva e che comprende il trasferimento al domicilio, le spese organizzative, di mezzo e i primi 15minuti di lavoro dal cliente. La ricarica del gruppo refrigerante comprensivo di filtro è di 137euro. Il lavoro svolto dal personale chiamato è altamente professionale e di qualità. Qualsiasi tipo di dubbio o perplessità verrà subito chiarito.Per tutti i dettagli sulla riparazione e manutenzione a domicilio di oggetti vista il sito Fixool!

Gruppo refrigerante: come funziona quello del frigorifero
Il frigorifero è un'invenzione tra le più rivoluzionarie. Grazie alla costante temperatura fresca - emessa dal gruppo refrigerante - permette di mantenere integri alimenti che in caso contrario andrebbero a male. Per fare ciò il frigorifero è composto da un gruppo refrigerante. Vediamo di cosa stiamo parlando.

Cos'è il gruppo refrigerante

Il gruppo refrigerante si occupa di raffreddare un fluido, acqua o aria, con l'evaporazione di un altro fluido, il refrigerante. Affinché ciò sia possibile entrano in gioco tanti componenti:
  • Evaporatore – è collegato alla serpentina posta dietro il frigorifero e permette di portare il refrigerante (detto anche freon) ad evaporare, passando quindi da liquido a gas ed entrando in contatto con l'aria (o acqua) che si raffredda. Questo passaggio di evaporazione avviene a temperature e pressioni sempre costante, a meno che ci sia qualche perdita.
  • Compressore – ha il compito di far circolare il freon lungo la serpentina, quindi di aspirarlo dall'evaporatore in stato gassoso e comprimerlo con l'aumento della pressione per dirigerlo verso il condensatore.
  • Organo di laminazione – è una componente che permette di trasformare il freon da liquido a gassoso. Tramite una restrizione, il liquido aumenterà senza alcuno sforzo la sua velocità e diminuirà la sua pressione e quindi diminuirà pure la sua temperatura. A questo punto il liquido sarà pronto per evaporare nuovamente, quindi farà in modo che l'intero ciclo torni regolare. Nel momento in cui tornerà ad essere gas, quest'ultimo prenderà il calore necessario a questo mutamento producendo l'effetto frigorifero richiesto.

A cosa serve

Il compito essenziale del gruppo refrigerante è garantire la temperatura del frigorifero costante e ai gradi necessari. Più calore ci sarà nell'ambiente in cui è posizionato, più lavoro dovrà svolgere il compressore. Di conseguenza l'energia elettrica impiegata per raggiungere tal fine sarà maggiore.Come si diceva sopra, l'invenzione di un tale meccanismo ha permesso un'evoluzione significativa per la società. Inoltre i progressi permettono continue modifiche in tutti i campi e non meno in questo, facendo si che le prestazione siano inversamente proporzionali al consumo. In parole povere, meno consumi di Kw e più qualità del prodotto. È questo quello che porta a continue proposte a livello commerciale. Il discorso di classi energetiche è molto sentito in questo campo. Un modello a classe A++ ( tripla classe A) sarà sicuramente molto più richiesto di un altro con classe inferiore, anche solo classe A. Questo perché è un tipo di elettrodomestico costantemente accesso, giorno e notte, per cui quello che sembra niente a fine anno nel bilancio familiare fa parecchio.

Quanto costa sostituirlo

Per quanto riguarda la sostituzione e riparazione del dispositivo, si suggerisce l'intervento di esperti nel settore.Prima del ritiro del pezzo i tecnici comunicano al cliente la spesa massima che potrà richiedere l'operazione. La consegna di solito avviene entro i 30 giorni. Bisogna inoltre considerare il cosiddetto costo di chiamata che è pari a 45 euro compreso di iva e che comprende il trasferimento al domicilio, le spese organizzative, di mezzo e i primi 15minuti di lavoro dal cliente. La ricarica del gruppo refrigerante comprensivo di filtro è di 137euro. Il lavoro svolto dal personale chiamato è altamente professionale e di qualità. Qualsiasi tipo di dubbio o perplessità verrà subito chiarito.Per tutti i dettagli sulla riparazione e manutenzione a domicilio di oggetti vista il sito Fixool!