I migliori quattro materiali ecosostenibili per l'edilizia

Ecco i migliori quattro materiali ecosostenibili, impiegati oggi nell'edilizia; scopriamo tutte le proprietà e i principali vantaggi.

Lana di roccia

La lana di roccia è una fibra artificiale vetrosa; si tratta di un prodotto estremamente diffuso ed impiegato per l'isolamento termico e acustico degli immobili. Inoltre, la lana di roccia è un materiale decisamente economico e non soffre la formazione di umidità. Da ultimo, la lana di roccia è un materiale reperibile in commercio con estrema facilità e che resiste in modo ottimale all'azione dei microorganismi e degli agenti chimici.

Legno biocompatibile

Il legno biocompatibile è un materiale che, secondo una recente ricerca, giova notevolmente alla salute. Questo materiale risulta in grado di favorire un preciso benessere scientifico, garantendo estrema salubrità agli ambienti interni. Il legno biocompatibile è un materiale che, a differenza di altri ampiamente impiegati in edilizia, non emette con il tempo delle sostanze nocive nei nostri ambienti abitativi.Il legno biocompatibile non contiene composti organici volatili dannosi, pertanto non provoca alcun effetto negativo alla salute di coloro che hanno scelto di realizzare la propria casa con questo materiale. Da ultimo, vale la pena ricordare che la struttura di questo materiale non presenta sostanze definite come potenzialmente nocive o cancerogene.

Balle di paglia

Anche se può sembrare strano, da alcuni anni si è diffusa l'idea di realizzare nuove costruzioni con l'ausilio di balle di paglia. In Italia vi sono oggi molte associazioni no profit, che hanno lo scopo di diffondere l'utilizzo della paglia in tutte le sue varie applicazioni: una di queste riguarda l'edilizia e, in particolare, l'edilizia ecosostenibile. I primi che ebbero l'idea di utilizzare la paglia nell'applicazione edilizia furono i colonizzatori del Nord America; ancora oggi esistono case di questo tipo in Nebraska.Proprio dello Stato del Nebraska, prende il nome questo stile edilizio, caratterizzato appunto dall'impiego della paglia. A partire dagli anni settanta, questo materiale è stato riscoperto proprio prendendo consapevolezza delle sue importanti proprietà e caratteristiche. Le prime case realizzate con l'ausilio della paglia furono progettate e realizzate in Europa nel 1994, in Gran Bretagna. Oggi, soprattutto tra gli ambientalisti, torna a diffondersi l'idea dell'impiego di questo materiale innovativo.

Bambù

Il bambù è un materiale molto apprezzato ed utilizzato dagli operatori dell'edilizia ecosostenibile. Una delle caratteristiche che fa del bambù un materiale particolarmente apprezzato dagli operatori dell'edilizia sostenibile è la sua estrema capacità a rigenerarsi. Secondo alcuni esperti del settore, negli anni a venire l'impiego del bambù potrebbe addirittura rivoluzionare l'industria edile.L'uso del bambù nel settore edile ha origini orientali. In queste terre, infatti, è sempre stato comune l'impiego di questo materiale in edilizia, proprio come gli occidentali si sono sempre serviti del legno. Oggi il bambù viene lavorato dando vita a nuovi materiali caratterizzati da un ciclo vitale più lungo.Fixool, scoprite tutte le innovazioni che riguardano l'edilizia.

I migliori quattro materiali ecosostenibili per l'edilizia
Ecco i migliori quattro materiali ecosostenibili, impiegati oggi nell'edilizia; scopriamo tutte le proprietà e i principali vantaggi.

Lana di roccia

La lana di roccia è una fibra artificiale vetrosa; si tratta di un prodotto estremamente diffuso ed impiegato per l'isolamento termico e acustico degli immobili. Inoltre, la lana di roccia è un materiale decisamente economico e non soffre la formazione di umidità. Da ultimo, la lana di roccia è un materiale reperibile in commercio con estrema facilità e che resiste in modo ottimale all'azione dei microorganismi e degli agenti chimici.

Legno biocompatibile

Il legno biocompatibile è un materiale che, secondo una recente ricerca, giova notevolmente alla salute. Questo materiale risulta in grado di favorire un preciso benessere scientifico, garantendo estrema salubrità agli ambienti interni. Il legno biocompatibile è un materiale che, a differenza di altri ampiamente impiegati in edilizia, non emette con il tempo delle sostanze nocive nei nostri ambienti abitativi.Il legno biocompatibile non contiene composti organici volatili dannosi, pertanto non provoca alcun effetto negativo alla salute di coloro che hanno scelto di realizzare la propria casa con questo materiale. Da ultimo, vale la pena ricordare che la struttura di questo materiale non presenta sostanze definite come potenzialmente nocive o cancerogene.

Balle di paglia

Anche se può sembrare strano, da alcuni anni si è diffusa l'idea di realizzare nuove costruzioni con l'ausilio di balle di paglia. In Italia vi sono oggi molte associazioni no profit, che hanno lo scopo di diffondere l'utilizzo della paglia in tutte le sue varie applicazioni: una di queste riguarda l'edilizia e, in particolare, l'edilizia ecosostenibile. I primi che ebbero l'idea di utilizzare la paglia nell'applicazione edilizia furono i colonizzatori del Nord America; ancora oggi esistono case di questo tipo in Nebraska.Proprio dello Stato del Nebraska, prende il nome questo stile edilizio, caratterizzato appunto dall'impiego della paglia. A partire dagli anni settanta, questo materiale è stato riscoperto proprio prendendo consapevolezza delle sue importanti proprietà e caratteristiche. Le prime case realizzate con l'ausilio della paglia furono progettate e realizzate in Europa nel 1994, in Gran Bretagna. Oggi, soprattutto tra gli ambientalisti, torna a diffondersi l'idea dell'impiego di questo materiale innovativo.

Bambù

Il bambù è un materiale molto apprezzato ed utilizzato dagli operatori dell'edilizia ecosostenibile. Una delle caratteristiche che fa del bambù un materiale particolarmente apprezzato dagli operatori dell'edilizia sostenibile è la sua estrema capacità a rigenerarsi. Secondo alcuni esperti del settore, negli anni a venire l'impiego del bambù potrebbe addirittura rivoluzionare l'industria edile.L'uso del bambù nel settore edile ha origini orientali. In queste terre, infatti, è sempre stato comune l'impiego di questo materiale in edilizia, proprio come gli occidentali si sono sempre serviti del legno. Oggi il bambù viene lavorato dando vita a nuovi materiali caratterizzati da un ciclo vitale più lungo.Fixool, scoprite tutte le innovazioni che riguardano l'edilizia.

MuraturaAgevolazioniQuanto costa

Non perderti le nostre
ultime novità