Impermeabilizzazione piscina: come si fa

17 giugno 2019 Giardiniere , Giardino

Dovete fare l'impermeabilizzazione della piscina ma avete paura della spesa per rivolgervi ad un esperto? Seguite i nostri consigli e potrete farla da soli. Alcune piscine possono avere problemi di impermeabilizzazione. Questi si manifestano soprattutto in quelle con i rivestimenti in ceramica, dove l'acqua potrebbe infiltrarsi nel sottofondo. Ma come si impermeabilizza la piscina? Di seguito vi spiegheremo come fare.

Impermeabilizzazione piscina: come si fa

Che cosa significa impermeabilizzare la piscina

Impermeabilizzare una piscina significa difendere gli elementi strutturali, in cemento o in acciaio, dall'acqua e dagli elementi chimici utilizzati per la disinfezione.Puoi scegliere il PVC armato ossia un materiale termoplastico ricavato da materie prime naturali, che risulta essere particolarmente adatto per rendere impermeabile l'interno delle pareti e del pavimento: si tratta di un rivestimento costituito da un foglio a doppio spessore di PCV rinforzato con tessuto poliestere che permette di proteggere la superficie da graffi e agenti chimici corrosivi. Questo materiale lo potete trovare in vari colori - blu, bianco, grigio, nero - o anche con stampe a mosaico, a seconda dell'effetto che vorrete ottenere. Una novità interessante degli ultimi anni è il PVC touch che riproduce elementi del paesaggio attraverso stampe 3D ispirate alla natura come l'ardesia o il granito.Un'altra opzione è l'utilizzo della resina poliestere, un prodotto che, dopo essersi indurito, possiede ottime caratteristiche di flessibilità e di impermeabilità e di resistenza agli urti, all'usura,.

Come impermeabilizzare la piscina

Esistono diversi modi per impermeabilizzare la piscina. Di seguito vi illustreremo la tecnica che fa uso di resina poliestere.

Per l'impermeabilizzazione piscina vi occorrono:

  • Carta abrasiva, per carteggiare la superficie della piscina;
  • Rullo o pistola a spruzzo, per stendere la resina poliestere;
  • Telo mat in fibra di vetro, da applicare sulla resina;
  • Vernice speciale per rifiniture.
Innanzitutto, occorre levigare con cura la superficie della piscina. Per svolgere al meglio questa operazione, bisogna carteggiare l'intonaco con la carta abrasiva in modo da renderlo completamente liscio; questa fase è fondamentale per la riuscita del lavoro poiché un'ottima levigazione garantisce una maggiore resistenza ad un uso prolungato senza deterioramenti. Se la vostra piscina non è più nuovissima, sgrassate e spazzolate bene in modo da rimuovere ogni parte porosa o rovinata.Dopo aver lisciato la superficie, è possibile procedere alla fase di stesura di una mano di resina poliestere. Questo materiale lo potete applicare con un rullo o una pistola a spruzzo, considerando che la quantità di prodotto corretta è circa 2 Kg per mq. Sullo strato di resina applicate ora il telo mat in fibra di vetro sul quale occorre stendere un'altra mano di resina.Fate asciugare accuratamente il tutto e successivamente occupatevi della finitura. Carteggiate, infine, la superficie in modo da rimuovere possibili imperfezioni e tinteggiatela con una vernice specifica per rifiniture. La vostra piscina è ora impermeabilizzata!Vi lasciamo ancora due consigli da non dimenticare mai. È molto importante svolgere il lavoro quando le temperature non sono né troppo basse né troppo alte, in primavera o all'inizio dell'autunno. Inoltre, quando avrete finito il lavoro, è meglio aspettare almeno una settimana prima di riempire la piscina in modo che la vernice si asciughi perfettamente e possa svolgere il suo compito efficacemente.

Volete altri consigli per la piscine? Non perdete gli altri articoli su Fixool.

©2018-2019 Fixool
Come fareCura del giardinoPersonalizzato

Non perderti le nostre
ultime novità