Irrigazione: come progettare un impianto per terrazzo cittadino

16 giugno 2018 Giardiniere , Balcone
In questa guida vi insegneremo ad allestire e progettare un impianto di irrigazione per nutrire le piante del vostro terrazzo; ecco come procedere.Per allestire nel modo corretto un impianto di irrigazione su balconi e terrazzi nei quali avete predisposto piante e fiori in vaso, sarà necessario seguire scrupolosamente alcune procedure tecniche specifiche. Oltre ad illustrarvi la procedura corretta per progettare un impianto di irrigazione, vi parleremo dei vantaggi che caratterizzano questi tipi di impianti. Tra i vari aspetti positivi e vantaggi di un impianto di irrigazione, vi è prima di tutto il notevole risparmio idrico e il risparmio di tempo nell'irrigazione delle vostre piante. Grazie alla predisposizione di un impianto di irrigazione, sarete sgravati dal lavoro di innaffiare quotidianamente i vostri fiori.Se decideremo di predisporre e progettare noi stessi un impianto di irrigazione per il nostro terrazzo, sarà fondamentale tenere conto di diversi fattori. Prima di tutto dovremo tenere conto del contesto climatico dove abitiamo, della varietà di specie che decideremo di predisporre sul nostro terrazzo, dell'esposizione solare del terrazzo, della grandezza dei vasi che avremo posizionato sulla superficie, e infine della composizione dell'acqua domestica.Quando progetteremo ed installeremo un impianto di irrigazione, sarà molto importante accertarsi di effettuare l'innaffiatura e l'irrigazione delle piante con acqua che non sia caratterizzata da una forte componente calcarea. In alcuni luoghi e Comuni d'Italia, purtroppo l'acqua si presenta molto calcarea.

Materiale impianto irrigazione

Prima di tutto sarà indispensabile realizzare il progetto dell'impianto di irrigazione per terrazzo o balcone cittadino. Avremo bisogno per la progettazione, innanzitutto di carta e penna. Dovremo iniziare a disegnare su un foglio il nostro terrazzo o balcone in scala; in particolare dovremo indicare la grandezza del terrazzo e la disposizione dei vasi. Una volta che avremo chiarito il posizionamento di ogni vaso, potremo iniziare a pensare a dove e come piazzare la rete di irrigazione.Una volta che avremo terminato la prima fase di progettazione, potremo iniziare ad operare la fase pratica. L'impianto di irrigazione che andremo a predisporre ci garantirà un notevole risparmio idrico; l'impianto dovrà inoltre essere in grado di attivarsi anche a bassa pressione. Inoltre potremo considerare di riutilizzare per l'irrigazione delle piante anche l'acqua piovana; questo è certamente molto importante per operare un ulteriore efficientamento delle risorse idriche.Per i terrazzi e i balconi cittadini, il nostro consiglio è quello di predisporre un impianto di irrigazione a goccia, perfetto per l'ottimizzazione delle risorse idriche, evitando il più possibile gli sprechi. Per l'installazione di un impianto di irrigazione, dovremo procurarci un apposito kit. Quest'ultimo comprenderà: una centralina di programmazione che ci darà la possibilità di impostare la frequenza, l'orario e la durata delle innaffiature; dei rubinetti a goccia; la rete di distribuzione dell'irrigazione; infine dovremo procurarci dei micro tubi che ci serviranno per effettuare il collegamento di tutto l'impianto.

Come disporre le piante

Una volta che avremo acquistato il kit completo, necessario per l'installazione dell'impianto di irrigazione, dovremo iniziare la disposizione delle piante sul terrazzo o sul balcone. Per quanto riguarda la disposizione delle piante, è importante posizionare i vasi in modo omogeneo; i vasi dovranno essere posizionati lungo il perimetro del terrazzo in modo intelligente ed organizzato; la distanza tra una pianta e l'altra non dovrà essere eccessiva, affinché i gocciolatori dell'impianto, possano essere posizionati con facilità. I gocciolatori sono un componente fondamentale dell'impianto di irrigazione. I più comuni gocciolatori, fanno cadere l'acqua per mezzo di una successione di gocce, diramate sempre nel medesimo punto del vaso della pianta. In questo modo nel vaso della pianta, verrà determinata un'area specifica, caratterizzata dalla presenza di una costante umidità, che andrà a diminuire progressivamente allontanandosi da detta area.I gocciolatori sono strumenti perfetti per vasi di dimensioni non troppo eccessive; saranno particolarmente adatti per la predisposizione dei gocciolatori, i vasi caratterizzati da sezione rotonda. Nei vasi a cassetta, sarà invece necessario inserire almeno due gocciolatori. In fioriere di grandi dimensioni, nelle quali sono impiantati fiori e cespugli, vi consigliamo di utilizzare gli spruzzatori a micro zampillo; si tratta di strumenti adatti a questo tipo di installazioni, dal momento che saranno in grado di coprire una superficie maggiore, permettendo di migliorare notevolmente la distribuzione dell'acqua, bagnando zone più ampie del contenitore.

Pulizia impianto irrigazione

Oltre ai gocciolatori (o in alternativa agli spruzzatori) dovrete predisporre i classici tubi in linea dell'impianto di irrigazione. I tubi in linea o in alternativa i tubi ad anello, sono costituiti da materiale poroso; per le sue caratteristiche tecniche questi tubi risultano perfetti per gli agrumi e per tutte le piante di pregio che dovranno essere idratate al piede in modo uniforme. Sarà necessario installare questi tubi direttamente sul terreno, in modo che essi possano letteralmente trasudare acqua in modo uniforme. Questi tubi sono in grado di funzionare anche a bassa pressione.L'operazione più importante per quanto riguarda la pulizia e la manutenzione dell'impianto di irrigazione, è quella che riguarda la pulizia dei filtri. Pulendo nel modo corretto i filtri del sistema, tutte le tubature saranno preservate e potranno operare nel tempo con efficienza. In questo modo eviteremo intasamenti e perdite. Un'altra operazione di pulizia particolarmente importante è quella relativa alla pulizia della pila tampone che si trova all'interno della centralina dell'impianto. Questo componente è una parte particolarmente soggetta all'ossidazione, che potrebbe causare in caso di deterioramento e di ossidazione, non pochi problemi all'utilizzo dell'impianto stesso.

Manutenzione irrigazione

La manutenzione dell'impianto di irrigazione è molto importante per mantenere in perfetto stato la struttura e garantire l'efficienza dell'impianto, per mantenere le nostre piante in stato di salute. Uno dei rischi di malfunzionamento ed inefficienza principale che può caratterizzare gli impianti di irrigazione è quello relativo alle gelate. Affinché durante la stagione invernale, le rimanenze d'acqua non diano vita a dei congelamenti dei tubi, sarà bene provvedere a svuotare gli stessi delle rimanenze d'acqua accumulate.Infine vi consigliamo di effettuare il controllo della pressione interna degli autoclavi e delle idrosfere. Si tratta infatti di componenti molto importanti per l'efficienza del sistema.Fixool, tutto quello che dovete sapere su installazione e manutenzione degli impianti di irrigazione per terrazzi e balconi casalinghi

Irrigazione: come progettare un impianto per terrazzo cittadino
In questa guida vi insegneremo ad allestire e progettare un impianto di irrigazione per nutrire le piante del vostro terrazzo; ecco come procedere.Per allestire nel modo corretto un impianto di irrigazione su balconi e terrazzi nei quali avete predisposto piante e fiori in vaso, sarà necessario seguire scrupolosamente alcune procedure tecniche specifiche. Oltre ad illustrarvi la procedura corretta per progettare un impianto di irrigazione, vi parleremo dei vantaggi che caratterizzano questi tipi di impianti. Tra i vari aspetti positivi e vantaggi di un impianto di irrigazione, vi è prima di tutto il notevole risparmio idrico e il risparmio di tempo nell'irrigazione delle vostre piante. Grazie alla predisposizione di un impianto di irrigazione, sarete sgravati dal lavoro di innaffiare quotidianamente i vostri fiori.Se decideremo di predisporre e progettare noi stessi un impianto di irrigazione per il nostro terrazzo, sarà fondamentale tenere conto di diversi fattori. Prima di tutto dovremo tenere conto del contesto climatico dove abitiamo, della varietà di specie che decideremo di predisporre sul nostro terrazzo, dell'esposizione solare del terrazzo, della grandezza dei vasi che avremo posizionato sulla superficie, e infine della composizione dell'acqua domestica.Quando progetteremo ed installeremo un impianto di irrigazione, sarà molto importante accertarsi di effettuare l'innaffiatura e l'irrigazione delle piante con acqua che non sia caratterizzata da una forte componente calcarea. In alcuni luoghi e Comuni d'Italia, purtroppo l'acqua si presenta molto calcarea.

Materiale impianto irrigazione

Prima di tutto sarà indispensabile realizzare il progetto dell'impianto di irrigazione per terrazzo o balcone cittadino. Avremo bisogno per la progettazione, innanzitutto di carta e penna. Dovremo iniziare a disegnare su un foglio il nostro terrazzo o balcone in scala; in particolare dovremo indicare la grandezza del terrazzo e la disposizione dei vasi. Una volta che avremo chiarito il posizionamento di ogni vaso, potremo iniziare a pensare a dove e come piazzare la rete di irrigazione.Una volta che avremo terminato la prima fase di progettazione, potremo iniziare ad operare la fase pratica. L'impianto di irrigazione che andremo a predisporre ci garantirà un notevole risparmio idrico; l'impianto dovrà inoltre essere in grado di attivarsi anche a bassa pressione. Inoltre potremo considerare di riutilizzare per l'irrigazione delle piante anche l'acqua piovana; questo è certamente molto importante per operare un ulteriore efficientamento delle risorse idriche.Per i terrazzi e i balconi cittadini, il nostro consiglio è quello di predisporre un impianto di irrigazione a goccia, perfetto per l'ottimizzazione delle risorse idriche, evitando il più possibile gli sprechi. Per l'installazione di un impianto di irrigazione, dovremo procurarci un apposito kit. Quest'ultimo comprenderà: una centralina di programmazione che ci darà la possibilità di impostare la frequenza, l'orario e la durata delle innaffiature; dei rubinetti a goccia; la rete di distribuzione dell'irrigazione; infine dovremo procurarci dei micro tubi che ci serviranno per effettuare il collegamento di tutto l'impianto.

Come disporre le piante

Una volta che avremo acquistato il kit completo, necessario per l'installazione dell'impianto di irrigazione, dovremo iniziare la disposizione delle piante sul terrazzo o sul balcone. Per quanto riguarda la disposizione delle piante, è importante posizionare i vasi in modo omogeneo; i vasi dovranno essere posizionati lungo il perimetro del terrazzo in modo intelligente ed organizzato; la distanza tra una pianta e l'altra non dovrà essere eccessiva, affinché i gocciolatori dell'impianto, possano essere posizionati con facilità. I gocciolatori sono un componente fondamentale dell'impianto di irrigazione. I più comuni gocciolatori, fanno cadere l'acqua per mezzo di una successione di gocce, diramate sempre nel medesimo punto del vaso della pianta. In questo modo nel vaso della pianta, verrà determinata un'area specifica, caratterizzata dalla presenza di una costante umidità, che andrà a diminuire progressivamente allontanandosi da detta area.I gocciolatori sono strumenti perfetti per vasi di dimensioni non troppo eccessive; saranno particolarmente adatti per la predisposizione dei gocciolatori, i vasi caratterizzati da sezione rotonda. Nei vasi a cassetta, sarà invece necessario inserire almeno due gocciolatori. In fioriere di grandi dimensioni, nelle quali sono impiantati fiori e cespugli, vi consigliamo di utilizzare gli spruzzatori a micro zampillo; si tratta di strumenti adatti a questo tipo di installazioni, dal momento che saranno in grado di coprire una superficie maggiore, permettendo di migliorare notevolmente la distribuzione dell'acqua, bagnando zone più ampie del contenitore.

Pulizia impianto irrigazione

Oltre ai gocciolatori (o in alternativa agli spruzzatori) dovrete predisporre i classici tubi in linea dell'impianto di irrigazione. I tubi in linea o in alternativa i tubi ad anello, sono costituiti da materiale poroso; per le sue caratteristiche tecniche questi tubi risultano perfetti per gli agrumi e per tutte le piante di pregio che dovranno essere idratate al piede in modo uniforme. Sarà necessario installare questi tubi direttamente sul terreno, in modo che essi possano letteralmente trasudare acqua in modo uniforme. Questi tubi sono in grado di funzionare anche a bassa pressione.L'operazione più importante per quanto riguarda la pulizia e la manutenzione dell'impianto di irrigazione, è quella che riguarda la pulizia dei filtri. Pulendo nel modo corretto i filtri del sistema, tutte le tubature saranno preservate e potranno operare nel tempo con efficienza. In questo modo eviteremo intasamenti e perdite. Un'altra operazione di pulizia particolarmente importante è quella relativa alla pulizia della pila tampone che si trova all'interno della centralina dell'impianto. Questo componente è una parte particolarmente soggetta all'ossidazione, che potrebbe causare in caso di deterioramento e di ossidazione, non pochi problemi all'utilizzo dell'impianto stesso.

Manutenzione irrigazione

La manutenzione dell'impianto di irrigazione è molto importante per mantenere in perfetto stato la struttura e garantire l'efficienza dell'impianto, per mantenere le nostre piante in stato di salute. Uno dei rischi di malfunzionamento ed inefficienza principale che può caratterizzare gli impianti di irrigazione è quello relativo alle gelate. Affinché durante la stagione invernale, le rimanenze d'acqua non diano vita a dei congelamenti dei tubi, sarà bene provvedere a svuotare gli stessi delle rimanenze d'acqua accumulate.Infine vi consigliamo di effettuare il controllo della pressione interna degli autoclavi e delle idrosfere. Si tratta infatti di componenti molto importanti per l'efficienza del sistema.Fixool, tutto quello che dovete sapere su installazione e manutenzione degli impianti di irrigazione per terrazzi e balconi casalinghi
IdraulicaInstallazione