Montaggio porta: come fare da soli

23 marzo 2019 Serramentista , Porte

Dovete sostituire una porta ma non avete nessuna intenzione di pagare un tecnico per montarla? Seguite tutti i nostri consigli e potrete fare un montaggio porta da soli.

Montaggio porta: come fare da soli

Le porte sono un elemento insostituibile nelle nostre case, insieme alle finestre. Le funzioni che assolvono sono tante e spesso date per scontato: garantiscono la nostra privacy quando abbiamo voglia di stare da soli; proteggono dalla diffusione degli odori provenienti ad esempio dalla cucina; attutiscono i rumori da una stanza all'altra; e infine evitano che si formi la corrente d'aria all'interno della casa.

Qualunque sia il motivo per cui le utilizzate, le porte di casa vengono aperte e chiuse in continuazione, portando ad un logorio lento ma inesorabile. Perciò, con il passare del tempo, può essere necessario sostituirle per varie motivazioni, trovandosi costretti a montarne nuove.

Se vi ritrovate in questa condizione, aspettate qualche istante prima di chiamare un tecnico. Seguendo le indicazioni che troverete in questo articolo, con precisione e pazienza, potrete fare il montaggio porta da soli ed con una spesa controllata, senza spendere niente. Vediamo insieme come fare!

Attrezzi e materiali per montaggio porta

Ogni operazione di montaggio porte può essere eseguita in maniera più semplice di quanto si possa pensare. Con una buona dose di pazienza e attenzione, oltre agli attrezzi e materiali giusti, è facile montare una porta interna senza tante difficoltà. Innanzitutto prima di iniziare con il lavoro, accertatevi di avere tutto l'occorrente, in modo da non perdere tempo al momento del montaggio. Questo è tutto quello che vi servirà per un lavoro fatto ad hoc: gli elementi della porta necessari per il suo montaggio, quali l'anta, il telaio, il copri-filo, i cardini, la maniglia e la serratura. Avrete anche bisogno di un ripiano morbido su cui poggiare i vari pezzi in fase di montaggio per evitare che si graffino.

Inoltre per la rimozionedella vecchia porta avete bisogno di: uno scalpello per aiutarvi nell'eliminazione dei vecchi elementi; un cacciavite per avvitare e smontare tutte le viti presenti, che può sostituire anche lo scalpello nella sua funzione precedente. Serviranno anche dei cunei per bloccare il telaio prima del fissaggio al muro; una livella a bolla per garantire l'orizzontalità e la verticalità del telaio; della malta per livellare eventuali irregolarità presenti nel pavimento in cui verrà montata la porta.

Per il fissaggio del telaio al muro saranno poi anche necessari:

  • eventuali viti e tasselli presenti sulla porta;
  • schiuma di poliuretano espanso,da inserire nella fessura tra muro e telaio;
  • tenditori per telai, per aprire il varco in cui inserire la schiuma di poliuretano;
  • legni di protezione, per proteggere la superficie dei telai dalla schiuma;
  • ancoraggi di bloccaggio, per fermare il telaio durante l'applicazione della schiuma;
  • taglierino, per rimuovere la schiuma in eccesso;
  • spatola, per facilitare la posa della guarnizione del telaio.

Informazioni e consigli

In questo articolo vedremo il procedimento, passo dopo passo, per il montaggio di una comune porta a battente. Non ci addentreremo dunque nella spiegazione di altri tipi di porta come ad esempio quelle scorrevoli, pieghevoli o a soffietto.

Come ben sapete, le porte classiche hanno un unico senso di apertura, che non sempre si rivela quello più comodo per noi. Perciò, prima di iniziare il montaggio, potete decidere una nuova direzione sulla base della vostre esigenze.

Per riconoscere se una porta è "destra" o "sinistra" dovete basarvi sul posizionamento delle cerniere rispetto all'ambiente interno in cui si apre la porta. La cerniera a destra presuppone che si tratti di una porta destra. Viceversa succede anche per la sinistra.

Per il montaggio della maniglia e della serratura fate affidamento sulle istruzioni contenute nelle rispettive confezioni all'interno dell'imballaggio.

Passaggi da seguire

Rimozione della porta:

La prima fase del lavoro di montaggio porta è quella della rimozione della vecchia porta. Ovviamente, qualora non dobbiate sostituirne alcuna, potete saltare direttamente ai punti successivi. Per prima cosa dovrete rimuovere l'anta della porta. Per fare questo, apritela completamente, tenetela con due mani e alzatela di un tanto sufficiente a farla uscire dai cardini. Se incontrate difficoltà in questa operazione potete aiutarvi, oltre che con l'intervento di un'altra persona, inserendo uno scalpello o un cacciavite particolarmente robusto sotto la porta. A questo punto, dopo aver rimosso l'anta della porta, rimuovete ora il copri filo. Come nel caso precedente, potete utilizzare lo scalpello o il cacciavite dato che, solitamente, è incollato o inchiodato sul telaio della porta. Infine rimuovete il telaio: per fare questo vi basterà prendere ancora una volta il cacciavite e rimuovere le viti che lo tengono fissato al contro telaio.

Montaggio telaio:

La prima cosa da fare nel montaggio porta in questa seconda fase sarà quella di montare il telaio. Prima però posizionate tutti gli elementi che lo compongono, e che vi serviranno a breve, in una superficie piana rivestita con qualcosa di morbido, come ad esempio una coperta. Questo accorgimento serve per evitare che il telaio venga graffiato ancor prima di essere posizionato. Ora potete comporre il telaio con tutte le sue parti. Esistono diversi tipi di telaio, per cui non esiste una modalità universale per il fissaggio degli angoli. Questi potrebbero essere avvitati, incollati o aggraffati. Sistemate il telaio nell'apertura del muro, assicurandovi che sia equidistante rispetto ai montanti laterali e alla traversa superiore. Poi utilizzate dei cunei per fissarlo dall'alto verso il basso. Assicuratevi che il telaio sia in squadra rispetto alla struttura portante, per cui utilizzate una livella a bolla per livellarlo sia orizzontalmente sia verticalmente. Accertatevi che la superficie dell'intradosso sia perfettamente liscia e, se così non fosse, fate uso della malta per fare le dovute correzioni.

Fissare il telaio:

Per fare questo procedimento potete procedere in due modi: nel primo caso fissate il telaio utilizzando delle viti di legno, quindi riempite le eventuali fessure con della schiuma di poliuretano espanso. Nel secondo caso non si procederà utilizzando viti o tasselli, ma si utilizzerà direttamente la schiuma. Per aprire lo spazio in cui inserire il prodotto, che può essere anche malta o materiale isolante, utilizzate dei tenditori per telai, legni di protezione per evitare danni alle superfici dei telai e degli ancoraggi di bloccaggio da applicare nel muro. Rimuovete la schiuma in eccesso, ormai indurita, con un taglierino e togliete i divaricatori. Montate il copri filo sull'altro lato del telaio. Inoltre, se non sono già presenti, con l'ausilio di una spatola, applicate le guarnizioni al telaio. A questo punto dobbiamo inserire l'anta. Per fare questo basta semplicemente allinearla con precisione ad entrambe le bandelle. Completate il lavoro installando la maniglia che preferite e la serratura. A questo punto il vostro lavoro è terminato: non vi rimane altro da fare che pulire la porta ed assicurarvi che questa sia perfettamente funzionante.

Dovete cambiare le porte di casa ma non sapete come fare? Seguite i nostri consigli e farete il montaggio porta da soli: visita il nostro sito Fixool e dai un'occhiata alle nostre guide per lavori di manutenzione fai da te.

©2018-2019 Fixool
PersonalizzatoCome fareQuanto costa

Non perderti le nostre
ultime novità