Piano cottura a induzione: cos'è e perché sceglierlo

15 settembre 2018
Le cucine moderne stanno via via vedendo scomparire il piano a gas per lasciare spazio al nuovo piano cottura a induzione; scopriamo insieme tutte le caratteristiche relative a questo impianto innovativo.I piani cottura a induzione, da qualche anno, rappresentano un'importante scoperta. Queste installazioni si stanno sempre più diffondendo nelle case degli italiani, riscuotendo oggi un discreto successo commerciale.Ma perché scegliere un piano cottura a induzione? E quali sono i principali vantaggi di questi sistemi, base del loro successo? Cerchiamo di dare delle risposte esaustive a questi quesiti.

Come funziona il piano cottura induzione

Un piano cottura ad induzione è costituito da una base realizzata in vetroceramica, in grado di accumulare il calore generato dall'impianto alle pentole nelle quali avviene la cottura dei cibi. Le pentole utilizzate su questi tipi di piano cottura devono necessariamente essere dotate di un fondo ferroso: solo in questo modo potranno funzionare nel modo corretto e riscaldarsi adeguatamente, in quanto, grazie alla creazione di un campo magnetico, sarà possibile ottenere la rapida cottura delle pietanze.Grazie a questa tecnica, l'efficacia degli impianti è assolutamente garantita, alzando la percentuale di rendimento al 90%, più del doppio rispetto al 40% registrato dal piano cottura tradizionale.Un piano cottura ad induzione, nonostante i suoi innumerevoli vantaggi, presenta, anche qualche aspetto negativo: cerchiamo di analizzarli in modo più approfondito.

Perché sceglierlo e perché no

Il principale vantaggio di un piano cottura ad induzione è senza dubbio la resa. Oltre a ciò, però, risulta particolarmente rilevante anche l'estrema facilità con la quale è possibile igienizzare la sua superficie in vetroceramica.Un altro vantaggio è poi costituito dal fattore sicurezza: con una piano cottura ad induzione, infatti, il rischio di scottarsi diminuisce notevolmente, perché la zona circostante alla zona deputata alla cottura rimane fredda.Un ulteriore vantaggio che caratterizza i piani di cottura ad induzione è la possibilità di beneficiare di una cottura uniforme, grazie alla distribuzione del calore che interessa tutta la superficie del fondo della pentola.Infine, è importante sottolineare il limitato consumo energetico che caratterizza questi impianti. Il calore, infatti, concentrandosi direttamente sul fondo della pentola, oltre a non si disperdersi all'esterno, accorcia significativamente i tempi di cottura, a differenza dei tradizionali piani cottura a gas.Per quanto riguarda, invece, i punti a sfavore di questo innovativo sistema di cottura, va prima di tutto considerato il costo relativo all'acquisto e all'installazione di questi impianti, che risulta essere molto più elevato rispetto a quello che caratterizza i comuni piani cottura. Un altro limite è poi rappresentato dal fatto che, per garantirne il buon funzionamento, l'impianto elettrico di casa dovrà essere decisamente potente, per non rischiare di imbattersi in black out frequenti.Il piano cottura a induzione rappresenta sicuramente una rivoluzione nel mondo dell'arredamento e del design, in quanto presenta molti aspetti che, inevitabilmente, colpiscono coloro che amano cucinare. Tuttavia, non sempre si tratta di una novità apprezzata, soprattutto da parte di coloro che da sempre sono affezionati al tradizionale impianto a gas.Fixool, tutto sugli impianti e strumenti da cucina.

Piano cottura a induzione: cos'è e perché sceglierlo
Le cucine moderne stanno via via vedendo scomparire il piano a gas per lasciare spazio al nuovo piano cottura a induzione; scopriamo insieme tutte le caratteristiche relative a questo impianto innovativo.I piani cottura a induzione, da qualche anno, rappresentano un'importante scoperta. Queste installazioni si stanno sempre più diffondendo nelle case degli italiani, riscuotendo oggi un discreto successo commerciale.Ma perché scegliere un piano cottura a induzione? E quali sono i principali vantaggi di questi sistemi, base del loro successo? Cerchiamo di dare delle risposte esaustive a questi quesiti.

Come funziona il piano cottura induzione

Un piano cottura ad induzione è costituito da una base realizzata in vetroceramica, in grado di accumulare il calore generato dall'impianto alle pentole nelle quali avviene la cottura dei cibi. Le pentole utilizzate su questi tipi di piano cottura devono necessariamente essere dotate di un fondo ferroso: solo in questo modo potranno funzionare nel modo corretto e riscaldarsi adeguatamente, in quanto, grazie alla creazione di un campo magnetico, sarà possibile ottenere la rapida cottura delle pietanze.Grazie a questa tecnica, l'efficacia degli impianti è assolutamente garantita, alzando la percentuale di rendimento al 90%, più del doppio rispetto al 40% registrato dal piano cottura tradizionale.Un piano cottura ad induzione, nonostante i suoi innumerevoli vantaggi, presenta, anche qualche aspetto negativo: cerchiamo di analizzarli in modo più approfondito.

Perché sceglierlo e perché no

Il principale vantaggio di un piano cottura ad induzione è senza dubbio la resa. Oltre a ciò, però, risulta particolarmente rilevante anche l'estrema facilità con la quale è possibile igienizzare la sua superficie in vetroceramica.Un altro vantaggio è poi costituito dal fattore sicurezza: con una piano cottura ad induzione, infatti, il rischio di scottarsi diminuisce notevolmente, perché la zona circostante alla zona deputata alla cottura rimane fredda.Un ulteriore vantaggio che caratterizza i piani di cottura ad induzione è la possibilità di beneficiare di una cottura uniforme, grazie alla distribuzione del calore che interessa tutta la superficie del fondo della pentola.Infine, è importante sottolineare il limitato consumo energetico che caratterizza questi impianti. Il calore, infatti, concentrandosi direttamente sul fondo della pentola, oltre a non si disperdersi all'esterno, accorcia significativamente i tempi di cottura, a differenza dei tradizionali piani cottura a gas.Per quanto riguarda, invece, i punti a sfavore di questo innovativo sistema di cottura, va prima di tutto considerato il costo relativo all'acquisto e all'installazione di questi impianti, che risulta essere molto più elevato rispetto a quello che caratterizza i comuni piani cottura. Un altro limite è poi rappresentato dal fatto che, per garantirne il buon funzionamento, l'impianto elettrico di casa dovrà essere decisamente potente, per non rischiare di imbattersi in black out frequenti.Il piano cottura a induzione rappresenta sicuramente una rivoluzione nel mondo dell'arredamento e del design, in quanto presenta molti aspetti che, inevitabilmente, colpiscono coloro che amano cucinare. Tuttavia, non sempre si tratta di una novità apprezzata, soprattutto da parte di coloro che da sempre sono affezionati al tradizionale impianto a gas.Fixool, tutto sugli impianti e strumenti da cucina.
ArredamentoElettricitàQuanto costa

Non perderti le nostre
ultime novità