Rubinetto cucina: come cambiarlo

28 marzo 2019 Idraulico , Lavandino
Quando arriva il momento di sostituire il rubinetto cucina bisogna solo dotarsi dei materiali giusti per ottenere una manutenzione ad hoc.La sostituzione risulta necessaria quando hai una cena importante da preparare, ma l’acqua improvvisamente decide di non scendere. Oppure nel caso opposto, cioè quando un rubinetto continua a perdere a gocce, tanto che il rumore costante non ti dà tregua. Molti di noi, quando si presenta il momento di cambiare il rubinetto della cucina, si mettono le mani ai capelli pensando sia un procedimento difficile. In realtà non lo è affatto, perciò in questa guida vedremo come fare per ottenere un risultato del tutto professionale.

Come cambiare il rubinetto della cucina

Innanzitutto vediamo cosa ci serve per sostituire il nostro rubinetto nel migliore dei modi possibili:
  • rubinetto nuovo;
  • tubi flessibili adatti e della lunghezza corretta;
  • nastro di teflon;
  • chiave inglese;
  • tenaglione;
  • eventuali chiavi della misura specifica.
Dopo aver cercato o acquistato tutto l'occorrente possibile, vediamo come fare per cambiare il rubinetto della cucina.

Come sostituire il rubinetto

Prima di tutto dobbiamo smontare il vecchio rubinetto, partendo dai tubi flessibili disposti sul muro. Un'importantissima operazione da svolgere prima di tutte le altre è quella di chiudere l'acqua e aprire il rubinetto per fare scorrere quella residua presente dentro ai tubi.Con una chiave, o con il tenaglione,bisogna smontare i tubi flessibili dal muro. Per una maggiore operatività fate lo stesso anche con i tubi flessibili dalle sedi del rubinetto. A questo punto può presentarsi la seguente situazione: o il vecchio rubinetto è fissato da una piastra in metallo con due piccoli dadi o è fissato mediante un grosso dado a ghiera. In base alla situazione differente che ci si presenta davanti,valutate l'utensile più idoneo a smontare l'elemento fissante. Una volta superato questo scoglio, il vecchio rubinetto sarà liberato e possiamo allora procedere al montaggio del nuovo.È opportuno seguire bene le istruzioni sulla confezione del rubinetto per essere in grado di posizionare in maniera corretta la guarnizione di base che impedirà qualsiasi infiltrazione di acqua dentro la sede del rubinetto. Tramite la ghiera o la piastra di fissaggio fermate in maniera ottimale il nuovo rubinetto.A questo punto dovete teflonare per bene col nastro (nel senso dell'avvitatura) la filettatura dei tubi flessibili e montarli uno per volta rispettando le vie freddo / caldo. Teflonare le filettature dei mozziconi di tubi a muro e avvitare (stando attenti alle guarnizioni dei tubi) i tubi flessibili per completare l'opera. Il lavoro è ultimato.Cambiare il rubinetto della cucina è veramente facile e anche chi lo fa per la prima volta non lo troverà difficile, ora sappiamo come fare!

Rubinetto cucina: come cambiarlo
Quando arriva il momento di sostituire il rubinetto cucina bisogna solo dotarsi dei materiali giusti per ottenere una manutenzione ad hoc.La sostituzione risulta necessaria quando hai una cena importante da preparare, ma l’acqua improvvisamente decide di non scendere. Oppure nel caso opposto, cioè quando un rubinetto continua a perdere a gocce, tanto che il rumore costante non ti dà tregua. Molti di noi, quando si presenta il momento di cambiare il rubinetto della cucina, si mettono le mani ai capelli pensando sia un procedimento difficile. In realtà non lo è affatto, perciò in questa guida vedremo come fare per ottenere un risultato del tutto professionale.

Come cambiare il rubinetto della cucina

Innanzitutto vediamo cosa ci serve per sostituire il nostro rubinetto nel migliore dei modi possibili:
  • rubinetto nuovo;
  • tubi flessibili adatti e della lunghezza corretta;
  • nastro di teflon;
  • chiave inglese;
  • tenaglione;
  • eventuali chiavi della misura specifica.
Dopo aver cercato o acquistato tutto l'occorrente possibile, vediamo come fare per cambiare il rubinetto della cucina.

Come sostituire il rubinetto

Prima di tutto dobbiamo smontare il vecchio rubinetto, partendo dai tubi flessibili disposti sul muro. Un'importantissima operazione da svolgere prima di tutte le altre è quella di chiudere l'acqua e aprire il rubinetto per fare scorrere quella residua presente dentro ai tubi.Con una chiave, o con il tenaglione,bisogna smontare i tubi flessibili dal muro. Per una maggiore operatività fate lo stesso anche con i tubi flessibili dalle sedi del rubinetto. A questo punto può presentarsi la seguente situazione: o il vecchio rubinetto è fissato da una piastra in metallo con due piccoli dadi o è fissato mediante un grosso dado a ghiera. In base alla situazione differente che ci si presenta davanti,valutate l'utensile più idoneo a smontare l'elemento fissante. Una volta superato questo scoglio, il vecchio rubinetto sarà liberato e possiamo allora procedere al montaggio del nuovo.È opportuno seguire bene le istruzioni sulla confezione del rubinetto per essere in grado di posizionare in maniera corretta la guarnizione di base che impedirà qualsiasi infiltrazione di acqua dentro la sede del rubinetto. Tramite la ghiera o la piastra di fissaggio fermate in maniera ottimale il nuovo rubinetto.A questo punto dovete teflonare per bene col nastro (nel senso dell'avvitatura) la filettatura dei tubi flessibili e montarli uno per volta rispettando le vie freddo / caldo. Teflonare le filettature dei mozziconi di tubi a muro e avvitare (stando attenti alle guarnizioni dei tubi) i tubi flessibili per completare l'opera. Il lavoro è ultimato.Cambiare il rubinetto della cucina è veramente facile e anche chi lo fa per la prima volta non lo troverà difficile, ora sappiamo come fare!
ArredamentoIdraulicaManutenzione

Non perderti le nostre
ultime novità