Statore motore: cosa è e quanto costa cambiarlo

3 luglio 2018 Elettricista
Se la lucidatrice non si accende, la colpa potrebbe essere del motore e in particolare potrebbe trattarsi di guasto allo statore. Vediamo quindi cos’è uno statore e quanto costa cambiarlo.

Statore motore cosa è

I motori elettrici a 220v presentano in genere due componenti fondamentali: una statica, detta statore, che a seconda del tipo di motore può fungere da armatura o da avvolgimento di particolari campi magnetici (motore a induzione); e una mobile, detta rotore, che ruota e aziona l’utensile che compie il lavoro.Lo statore in pratica costituisce la parte fissa del motore e rimane fermo, mentre il rotore ruota intorno oppure all'interno dello statore. In molte macchine lo statore spesso contiene apparecchiature varie di alimentazione e di scarico, di manovra e di controllo.

Come funziona

Abbiamo detto che lo statore ha la funzione di sostenere, almeno parzialmente, l’elettrodomestico e “lavora” in coppia con il rotore ma ha funzionalità contrapposta; mentre il rotore gira, lo statore resta stazionario.Le lucidatrici in commercio posso presentare tre tipologie di motore:
  • il motore a spazzole e collettore che è costituito da uno statore, collegato stabilmente al rivestimento, un rotore e due spazzole (o anche carboncini) che spinte da una molla durante la rotazione strisciano contro una parte del rotore detta collettore per fornire tensione e azionare il moto meccanico dell’elettrodomestico.
  • Il motore a induzione che si distingue da quello a spazzola e collettore in quanto la rotazione del rotore viene indotta da particolari campi magnetici creati dagli avvolgimenti. In questo caso lo statore costituisce la parte del circuito magnetico che contiene gli avvolgimenti induttori.
  • Oggi l’innovazione tecnologia consente di produrre, e a prezzi sempre più competitivi,elettrodomestici con motore “brushless” (senza spazzole). Si tratta di un motore elettrico a corrente continua con il rotore a magneti permanenti e lo statore a campo magnetico rotante. A differenza di un motore a spazzola, non ha bisogno di contatti elettrici striscianti per funzionare e offre il vantaggio di essere più efficiente, più piccolo e silenzioso rispetto ai motori a spazzola che invece presentano l’inconveniente del facile deterioramento delle spazzole.

Quanto costa cambiare statore motore

Lo statore è rotto quando la lucidatrice non si accende. Insomma, l’apparecchio proprio non va mentre tutti i circuiti elettrici risultano perfettamente funzionanti. Ci si può accorge del guasto allo statore anche da piccoli “sintomi”, ad esempio nel motore ad induzione gli avvolgimenti potrebbero mostrarsi scoloriti. Ma conviene davvero sostituire lo statore con una riparazione fai-dai-te?Se si considera che il prezzo di uno statore di una lucidatrice di marca (120 euro in media) è di 30 euro, la riparazione fai-da-te ha il suo bel vantaggio. Tuttavia, data la complessità e la delicatezza della componente presa in analisi è opportuno rivolgersi a esperti del settore: se ti indetifichi in questa necessità, allora Fixool è quello che fa al caso tuo. Sul sito potrai trovare e confrontare numerose offerte e scegliere la persona che si adatta meglio alle tue esigenze. Cosa aspetti? Fixool, i professionisti del come fare.

Statore motore: cosa è e quanto costa cambiarlo
Se la lucidatrice non si accende, la colpa potrebbe essere del motore e in particolare potrebbe trattarsi di guasto allo statore. Vediamo quindi cos’è uno statore e quanto costa cambiarlo.

Statore motore cosa è

I motori elettrici a 220v presentano in genere due componenti fondamentali: una statica, detta statore, che a seconda del tipo di motore può fungere da armatura o da avvolgimento di particolari campi magnetici (motore a induzione); e una mobile, detta rotore, che ruota e aziona l’utensile che compie il lavoro.Lo statore in pratica costituisce la parte fissa del motore e rimane fermo, mentre il rotore ruota intorno oppure all'interno dello statore. In molte macchine lo statore spesso contiene apparecchiature varie di alimentazione e di scarico, di manovra e di controllo.

Come funziona

Abbiamo detto che lo statore ha la funzione di sostenere, almeno parzialmente, l’elettrodomestico e “lavora” in coppia con il rotore ma ha funzionalità contrapposta; mentre il rotore gira, lo statore resta stazionario.Le lucidatrici in commercio posso presentare tre tipologie di motore:
  • il motore a spazzole e collettore che è costituito da uno statore, collegato stabilmente al rivestimento, un rotore e due spazzole (o anche carboncini) che spinte da una molla durante la rotazione strisciano contro una parte del rotore detta collettore per fornire tensione e azionare il moto meccanico dell’elettrodomestico.
  • Il motore a induzione che si distingue da quello a spazzola e collettore in quanto la rotazione del rotore viene indotta da particolari campi magnetici creati dagli avvolgimenti. In questo caso lo statore costituisce la parte del circuito magnetico che contiene gli avvolgimenti induttori.
  • Oggi l’innovazione tecnologia consente di produrre, e a prezzi sempre più competitivi,elettrodomestici con motore “brushless” (senza spazzole). Si tratta di un motore elettrico a corrente continua con il rotore a magneti permanenti e lo statore a campo magnetico rotante. A differenza di un motore a spazzola, non ha bisogno di contatti elettrici striscianti per funzionare e offre il vantaggio di essere più efficiente, più piccolo e silenzioso rispetto ai motori a spazzola che invece presentano l’inconveniente del facile deterioramento delle spazzole.

Quanto costa cambiare statore motore

Lo statore è rotto quando la lucidatrice non si accende. Insomma, l’apparecchio proprio non va mentre tutti i circuiti elettrici risultano perfettamente funzionanti. Ci si può accorge del guasto allo statore anche da piccoli “sintomi”, ad esempio nel motore ad induzione gli avvolgimenti potrebbero mostrarsi scoloriti. Ma conviene davvero sostituire lo statore con una riparazione fai-dai-te?Se si considera che il prezzo di uno statore di una lucidatrice di marca (120 euro in media) è di 30 euro, la riparazione fai-da-te ha il suo bel vantaggio. Tuttavia, data la complessità e la delicatezza della componente presa in analisi è opportuno rivolgersi a esperti del settore: se ti indetifichi in questa necessità, allora Fixool è quello che fa al caso tuo. Sul sito potrai trovare e confrontare numerose offerte e scegliere la persona che si adatta meglio alle tue esigenze. Cosa aspetti? Fixool, i professionisti del come fare.

Non perderti le nostre
ultime novità